Pelle Grassa Viso:Cos’è, come riconoscerla e quali sono i rimedi
fonte foto:dermoclinico.com

Pelle Grassa Viso:Cos’è, come riconoscerla e quali sono i rimedi

La definizione di pelle grassa si rivolge a quella che presenta diversi sfoghi, pori dilatati, presenza di brufoli, forme acneiche, comedoni e dermatiti seborroiche.

Il colorito appare spesso spento, lucido ed oleoso ed al tatto risulta untuosa e talvolta ruvida a causa delle cicatrici lasciate dall’acne.

Sono degli inestetismi molto presenti e che dipendono frequentemente da una disfunzione nel comune lavoro delle ghiandole sebacee che inspessendo il film idrolipidico, ostacola la normale traspirazione della pelle creando infiammazioni e talvolta cattivi odori.

Quando si manifesta?

All’origine del problema “pelle grassa”, troviamo l’iperfunzionalità delle ghiandole sebacee.

La pelle grassa è molto diffusa nell’età adolescenziale, ma è comunque un problema frequente e comune a tutte le età, senza distinzione di sesso.

La predisposizione genetica, i fattori costituzionali e le alterazioni ormonali sono le principali cause responsabili dell’insorgenza della pelle grassa.

I fattori scatenanti però sono molteplici come:

  • l’assunzioni di sostanze quali steroidi, anabolizzanti e cortisone capaci di causare cambi dal punto di vista ormonale;
  • l’uso di detergenti, prodotti cosmetici e sostanze particolarmente invasive che possano alterare il normale assorbimento del sebo da parte della pelle;
  • l’alimentazione errata fatta di cibi grassi, bevande gassate ed il consumo frequente del cosiddetto cibo spazzatura.

Ci sono altre cause che non derivano dalle nostre abitudini, ma sono spesso involontarie e naturali quali acne, dermatite seborroica e follicolite, così come ci sono situazioni periodiche causate da disturbi digestivi o stati d’animo come lo stress emotivo.

Da questo derivano anche le differenti tipologie di pelle grassa, che si differenziano a seconda del modo in cui sui manifestano e sono:

  1. Pelle Grassa Oleosa: Alla vista, una pelle oleosa appare evidentemente lucida, con i pori molto dilatati. Il sebo prodotto è particolarmente fluido
  2. Pelle Grassa Seborroica: L’attività delle ghiandole sebacee risulta abbondante, il sebo dilata le pareti dei follicoli dando origine a pori dilatati, che assumono un aspetto spesso detto “a buccia di arancia”.
  3. Pelle Grassa Asfittica: Il sebo prodotto è denso e rimane intrappolato nei follicoli. La conseguenza dell’occlusione dei follicoli origina il cosiddetti comedoni, che possono presentarsi chiusi (punto bianco) o aperti (punto nero). La pelle non dando sfogo alla fuoriuscita di sebo non appare grassa ed untuosa, ma tendenzialmente secca e ruvida al tatto.
  4. Pelle Impura e Acneica: In questo caso la pelle forma delle pustole a causa dei batteri che inducono reazioni infiammatorie, causando frequenti arrossamenti delle parti interessate. I più coinvolti da questo genere di fastidio sono gli adolescenti ed i giovani fino anche ai 25-30 anni di età.
  5. Pelle Mista: E’ una variante di pelle grassa che si differenzia da tutte le forme descritte perché presenta zone molto grasse ed acneiche, e zone aride e secche.

Quali creme usare per la pelle grassa?

E’ utile far uso di un tonico, che contribuisce a restringere i pori, prima dell’utilizzo delle creme cosmetiche, che vanno scelte accuratamente e che abbiano effetto idratante.  

Il trattamento dermo-cosmetico per la pelle grassa prevede l’impiego di differenti prodotti ad azione sinergica.

Gli ingredienti funzionali in un cosmetico per pelli grasse devono essere accuratamente selezionati per migliorare il disturbo senza risultare troppo aggressivi nei confronti della cute.

Devono ridurre i sintomi come l’arrossamento, l’untuosità le papule ed i comedoni, ma devono essere in grado di agire per frenarne la causa scatenante.
L’obiettivo quindi è migliorare l’aspetto della pelle, avere effetto purificante e normalizzante, consentire il rinnovamento cellulare ed incoraggiare la chiusura dei pori, ridurre le lesioni acneiche, idratare in profondità e proteggere la pelle dalle aggressioni esterne

Tra gli ingredienti che favoriscono tali effetti, troviamo:

  • l’aloe vera, ottimo prodotto per combattere la pelle oleosa e può essere utilizzata anche come base crema antirughe;
  • la Bava di lumaca, lenitiva, antiacne e che riduce i segni e le cicatrici da essa causate;
  • la Vitamina E, ottimo coadiuvante nelle terapie dermatologiche contro acne ed eczemi, e accelera la guarigione delle lesioni cutanee, riducendo la formazione di cicatrici, macchie;
  • l’acido ialuronico, elemento prodotto naturalmente dal nostro organismo e fattore fondamentale di idratazione.

Anche se generalmente sconsigliati, se utilizzati con le giuste accortezze, alcuni oli naturali come l’argan, con le sue caratteristiche antinfiammatorie ed efficacia contro l’acne possono essere efficaci ed utili allo scopo.

Come prevenire ed aiutare la pelle grassa?

La pelle grassa può essere contrastata, aiutata e migliorata seguendo una serie di accortezze.
Riconosciamo in particolare 3 fattori che possiamo gestire e controllare autonomamente che sono:

  • Alimentazione consapevole

L’alimentazione non deve essere troppo elaborata ed eliminare gli alimenti come caffè e tè, bibite gassate, cibi grassi, salati, salumi, fritture, formaggi, limitare il latte vaccino ed il consumo di carne rossa. Da evitare anche i cibi ad alto indice glicemico, quegli alimenti ricchi di zuccheri come dolci di produzione industriale, cereali raffinati come pane bianco, biscotti, cioccolato ad eccezione di quello fondente che contenga oltre il 70% di cacao.

Va invece favorito il consumo di legumi, pesce, frutta sia fresca (in particolare le mele), che secca (mandorle e noci su tutte), yogurt, verdure (soprattutto ricche di acqua), legumi e cereali integrali.

Inoltre è importante bere molto acqua a basso contenuto di sodio. l’idratazione porta via le scorie e le tossine in eccesso, per una pelle più sana.

  • Stile di vita sano

È stato dimostrato che l’attività fisica offre molti benefici alla pelle, per esempio ne previene l’oleosità. Il movimento frequente e l’esercizio regolare aiutano a mantenere la pelle liscia e sana.

Chi è geneticamente predisposto ad avere la pelle grassa potrebbe osservare un peggioramento dell’oleosità durante mestruazioni, reazioni allergiche, raffreddore e altri disturbi che possono causare stress. Queste situazioni si possono contrastare con l’attività fisica che aiuta a ridurre lo stress sia fisico che mentale.

  • Utilizzo di saponi

Lavare il viso due volte al giorno con un detergente delicato. Rimuoverà l’eccesso di sebo che ostruisce i pori.

Usare un detergente neutro mattina e sera è il modo migliore per evitare che la pelle diventi oleosa ed aiutare a prevenire la comparsa della pelle lucida; è possibile utilizzare saponi naturali, con proprietà astringenti e purificanti.

Questi saponi possono contenere marsiglia originale e zolfo polverizzato. Una quotidiana pulizia del viso aiuta a prevenire anche l’ostruzione dei pori e la conseguente comparsa di comedoni e brufoli.

E’ consigliato l’uso di acqua tiepida. L’acqua calda può seccare o irritare la pelle.

Suggerimenti e consigli

Tra le creme viso maggiormente performanti che utilizzano Bava di lumaca, unito all’Acido Ialuronico ed alla Vitamina E in associazione ad altri ingredienti naturali funzionali come aloe, ed olio di argan, indichiamo la Crema Viso Ringiovanente Setalift, che oltre ad essere adatta ad ogni tipo di pelle, garantisce un risultato finale ottimo ottenendo un viso idratato, liscio, morbido, vellutato e protetto dai radicali liberi. Risulta ideale sia come idratante, anti age, anti macchia ed agisce in modo efficace contro l’acne ed i segni e le cicatrici che ne derivano.